Film Girati A Venezia

 

Cari Ospiti,
al nostro sesto appuntamento vorrei farvi condividere un mio grande interesse – il cinema e, soprattutto, alcuni film girati a Venezia.
Come probabilmente saprete, il festival internazionale del cinema e’ stato organizzato al Lido di Venezia nel 1932 come primo evento del genere a livello mondiale. Da allora ogni anno, dalla fine di agosto all’inizio di settembre, per 11 giorni, questa mostra  e’ diventata un appuntamento culturale di spicco per gli amanti del cinema.

 

Dopo la seconda guerra mondiale, quando la popolazione di Venezia era molto piu’ numerosa di adesso, raggiungendo quasi 150.000 abitanti, c’erano molti cinema in citta’, tra cui il cinema Accademia – molto vicino al Ca’ Pisani. Con la lenta, ma inarrestabile diminuzione dei suoi abitanti, - siamo ora meno di 59.000, - uno dopo l’altro i cinema hanno chiuso. Attualmente c’e’ un multisala di 2 schermi in Strada Nuova, vicino a Rialto ed uno, sempre di 2 schermi, al Lido, vicino alle fermate dei vaporetti.  Il Palazzo del Cinema, su cui ho scritto nella newsletter precedente, e’ in restauro da oramai 4 o 5 anni, e noi Veneziani speriamo che riapra presto, sebbene per l’inaugurazione non sia ancora stata ventilata alcuna data. C’e’ pero’ una buona notizia: un nuovo cinema aprira’ tra qualche settimana vicino a campo San Luca, dove c’era il vecchio cinema ‘Rossini’, sui cui pavimenti erano visibili le tracce dei mozziconi di sigaretta di quando si poteva ancora fumare nelle sale cinematografiche.

 

Molti sono i film ambientati a Venezia e molti i registi che si sono cimentati nel girare le loro storie in questa citta’ unica al mondo. Luchino Visconti ne ha girati due molto famosi: ‘Senso’ nel 1954  e ‘Morte a Venezia’ nel 1971, ma prima di passare a queste opere, desidero spendere qualche parola su Mario Serandrei, un nostro famigliare che ha collaborato come montatore con molti registi (tra cui lo stesso Visconti) in quegli anni. Sfortunatamente non l’ho mai conosciuto in quanto è morto da decenni, prima della mia nascita: era primo cugino di mio nonno paterno, e partigiano durante la seconda guerra mondiale. Oltre ad avere iniziato la sua carriera come sceneggiatore, divenne poi montatore, e diresse (insieme a Visconti, De Santis e Pagliero) ‘Giorni di Gloria’ (1945), un documentario sulle fosse Ardeatine che venne presentato al festival del Cinema di Venezia nel 1970.

 

Riprendendo il filo del discorso, e tornando ai film di Visconti girati a Venezia, il primo, melodrammatico, con Alida Valli e Farley Granger, e’ un adattamento dell’omonimo racconto di Camillo Boito, ambientato attorno al 1866, quando la guerra fra l’ Italia e l’ Austria stava volgendo al termine. Il film inizia all’interno del teatro La Fenice dove viene messo in scena Il Trovatore, e dove i due protagonisti si incontreranno per la prima volta. La trama si svolge tra Venezia e Verona, e malgrado il dramma che trasuda dalle vicende narrate, la vita quotidiana a Venezia, durante gli anni dell’occupazione austriaca, è descritta con maestria. Il film ricevette una candidatura per il ‘Leone d’Oro’ al festival di Venezia dello stesso anno.

 

Il secondo, che vinse la Palma d’Oro al 25esimo Festival del Cinema di Cannes nel 1971, è basato sull’omonimo romanzo di Thomas Mann scritto nel 1912, ed è ambientato al Grand Hotel Des Bains del Lido, con Dirk Bogarde, Bjorn Andersen e Marisa Berenson. In questo film, il protagonista sta trascorrendo un lungo periodo di vacanza e si invaghisce di un bellissimo giovane polacco di nome Tadzio che soggiorna  nello stesso albergo con la sua famiglia. Tadzio ed i suoi famigliari si recano ogni giorno a Venezia per visitare la città, malgrado una terribile epidemia di colera che, alla fine, porterà il protagonista, Gustav von Aschenbach, a morire, mentre su una sdraio è intento a guardare per l’ultima volta Tadzio che gioca con un amico sulla battigia.

 

Come ho avuto modo di scrivere in una mia precedente newsletter, la spiaggia del Lido era un luogo piuttosto alla moda in quegli anni, ed è tuttora molto affascinante da visitare, specialmente durante la bella stagione. Il Grand Hotel Des Bains è anch’esso in restauro e dovrebbe riaprire in parte come albergo, in parte come appartamenti.

 

Ovviamente ci sono molti altri film che sono stati ambientati o girati in citta’, ma mi e’ impossibile elencarli tutti.
Non posso, pero’, tralasciarne uno recente che ha avuto una grande risonanza grazie ai due attori principali: Angelina Jolie e Johnny Depp. ‘ The Tourist ’ del 2010 e’ un film d’azione che si svolge lungo i canali e le ‘calli’, dove i due protagonisti finiranno per innamorarsi.

 

Questo e’ solo un piccolo ‘assaggio’ di Venezia nel cinema. La città, infatti, a detta di quasi tutti, è un luogo magico dove possono accadere le cose più incredibili, e dove noi speriamo i vostri sogni possano avverarsi, specialmente qui al ‘Ca’ Pisani’! Siamo a disposizione per soddisfare le vostre eventuali curiosità su questo argomento o altri, ma ricordatevi di tenere d’occhio il nostro sito per le offerte e le migliori tariffe!

 

Coi migliori saluti
Marianna Serandrei