Gli Itinerari Dei Bacari Veneziani

A Venezia si può spezzare l’ appetito a qualsiasi ora e lo spuntino è quasi una ricorrenza. Nei bacari, le osterie veneziane, gli snack vengono chiamati cicheti e si usa gustarli davanti ad un bicchiere di vino prima di andare a pranzo o a cena.
 
L’ importanza dei cicheti ha ormai acquisito un valore sociale dato che, assieme allo spritz, caratterizzano un momento d’ incontro e di scambio di idee in ambienti estremamente semplici e confortevoli. 
 
Prendere il vaporetto linea n.1 fino a San Silvestro. Da qui, procedendo per Ruga Rialto, con una breve passeggiata di 5 minuti si giunge al tradizionale bacaro Do Mori, situato in un sotoportego sulla sinistra, che offre una grande varietà di cicheti. Qui le fantasiose specialità, essenziali nella cultura culinaria della tradizione Veneta e Veneziana, comprendono una serie di veloci prelibatezze preparate istantaneamente o fritte che si gustano abitualmente per accompagnare un buon bicchiere di vino prima di sedersi a tavola.
 
Dai Do Mori proseguire verso campo San Giacometto, dove si trova Bancogiro, un piccolo locale a 2 minuti dal ponte di Rialto, nella pittoresca Venezia di tutti i giorni. Qui si può ammirare l’ incantevole scenario sul Canal Grande con la bella stagione.
 
Da San Giacometto, attraverso il ponte di Rialto, dirigersi verso campo San Bortolomeo e dopo il sotoportego girando a destra ed imboccando la calle successiva ci si troverà Alla Botte in un batter di ciglia…qui i cicheti godono di una fama di tutto rispetto in città.
 
L’ ultima tappa in strada Nuova, alla Vedova. L’osteria Ca’ D’ Oro, più conosciuto come Alla Vedova, è una delle più vecchie osterie della città e non c’è che l’ imbarazzo della scelta. Sono consigliati quelli tipici veneziani come le castraure (piccoli carciofi di laguna), il baccalà con polenta, i folpetti (piccoli polipi in umido o in insalata), ma soprattutto non bisogna lasciar fuggire le specialità della casa.
 
Da qui si può tornare la vostro hotel sia a piedi che con il vaporetto n 1 dalla femata Ca’ D’ Oro in direzione Lido.