Robert Rauschenberg: Gluts - Peggy Guggenheim Venezia

Gluts, dall' inglese saturazione, eccesso: sono circa 40  sculture a cui l' artista americano lavora ad intermittenza dal 1986 al 1995.

 

La serie nasce negli anni 80 quando Rauschenberg concentra il proprio interesse sull' esplorazione delle proprietà visive del metallo.

 

Assemblando oggetti vari, soprattutto materiali di scarto raccolti nelle stazioni di benzina, pezzi di automobili abbandonate e altri rifiuti industriali deleteri per l' ambiente, l' artista texano cra altorilievi e sculture che ricordano i suoi primi Combines.

 

Ad un anno dalla sua scomparsa, nel periodo più importante dedicato all' arte contemporanea, la Collezione rende così omaggio a una delle più incisive forze creative dell' arte americana dagli anni 50.

 

Guggenheim Collection Venezia - fino al 20 settembre