Scala Contarini - Scala Del Bovolo

 

Nascosta all'interno di una piccola corte, alla fine di una stretta calle, laterale al Campo Manin, emerge la Scala Contarini del Bovolo, uno dei più singolari esempi dell'architettura veneziana di transizione dallo stile gotico a quello rinascimentale.

 

Alla fine del '400 Pietro Contarini fece aggiungere al suo palazzo tardo gotico di S. Paternian un nuovo corpo di fabbrica, probabilmente opera di Giovanni Candi, allo scopo di qualificare visivamente la facciata interna del palazzo prospicente un piccolo cortile, un tempo protetto da una cinta muraria.

 

Una serie di logge sovrapposte congiunge i vari piani alla aerea scala che si snoda a chiocciola - in dialetto veneziano "bovolo" - all'interno di una torre cilindrica traforata da archeggiature ascendenti.

 

La salita della Scala si conclude con un belvedere a cupola dal quale si può ammirare uno splendido ed inconsueto panorama: i tetti, i campanili, le cupole di San Marco, con una visuale sull'intera città.