Spritz A Venezia, Tipico Aperitivo Locale

Gentili Ospiti:
benvenuti al nostro quarto appuntamento che tratta un argomento tipicamente veneziano: lo “spritz”, un aperitivo alcoolico originariamente fatto con vino ed acqua. Nei vostri soggiorni veneziani, trovandovi nei paraggi di qualche bar o caffè coi tavolini all’aperto, vi sarà capitato di vedere dei bicchieri con un contenuto arancione o rosso…si trattava, in effetti, di spritz!

La sua origine è incerta, ma si dice che lo “spritz” sia nato nella Prima Guerra Mondiale, durante l’occupazione da parte delle truppe austriache delle zone del Piave, Valdobbiadene e Conegliano, dove tuttora viene prodotto il prosecco, e da lì sia andato via via estendendosi a Treviso, Padova, Venezia ed altre località del Veneto e del Friuli Venezia-Giulia. Per diminuire la gradazione alcoolica dei vini veneti, i soldati austriaci presero l’abitudine di diluirli con seltz, e questa bevanda più leggera venne chiamata “spritz”, dal verbo tedesco “ spritzen”, in italiano “spruzzare”.

Nel corso degli anni, la ricetta è cambiata dando luogo a diverse versioni: se volete preparare il vostro, utilizzate 40% di vino bianco o, se preferite, prosecco frizzante, 30% di acqua minerale con gas, ed il rimanente 30% a vostra scelta, contando sulla vostra fantasia e gusto personali: “Aperol”,  che lo rende dolce e di un colore aranciato, “Campari”, amaro di colore rosso. In alcuni casi si puo’ usare gin, “China Martini”, “Select” od altri ingredienti. È consigliato aggiungere del ghiaccio, specialmente in estate, e guarnire con una fettina di limone o arancia, aggiungendo eventualmente anche un’oliva. Il contenuto alcoolico finale varia a seconda del liquore aggiunto, ma di solito è circa il 15%, rendendolo così più forte del vino – l’opposto di quanto i soldati austriaci si erano prefissati di ottenere! È una bevanda davvero gradevole, e spesso viene accompagnata da alcuni  “cicheti” – la versione veneziana delle tapas, o piccoli assaggi.

Con il Vostro “spritz” in mano, è giunto il momento di festeggiare e noi vorremmo cogliere questa opportunità di farlo con tutti i nostri amici e clienti, ed augurare loro Buone Feste e Felice Anno Nuovo! Se desiderate ricevere il calendario del 2012, il cui soggetto sono le conchiglie della laguna veneziana, fateci avere il vostro indirizzo completo, incluso il codice di avviamento postale, inviandolo per email a marketing@hotelsaturnia.it     

Saremo lieti di ospitarVi nuovamente al Ca’ Pisani, dove una volta alla settimana viene organizzato l’ “Happy Hour” per i nostri clienti. Fabio, Sheila ed Hendri de ‘la Rivista’ e la sottoscritta saremo felici di offrirvi uno “spritz” od altro aperitivo a vostra scelta. Se state pianificando una visita, date un’occhiata alle offerte e ai pacchetti sul nostro sito, incluso quello di San Valentino a Venezia, con un soggiorno nella città più romantica al mondo.

Con i miei migliori auguri,
Marianna Serandrei